• Serena Berneschi

Come scegliere la musica per il tuo matrimonio (Parte 1)

Aggiornato il: feb 28

Oggi assistiamo alla nascita continua di nuove band, ma come scegliere quella giusta per il vostro matrimonio? La musica infatti é un aspetto da non sottovalutare per creare un matrimonio indimenticabile, che rimarrà per sempre nel cuore e nella mente degli sposi e degli invitati. Con questo articolo spero di poterti aiutare a scegliere la colonna sonora perfetta per giorno più bello della tua vita.



Photo by Alessio Burberi ©

1. Pop sì, ma con classe


Innanzi tutto: su quale genere musicale è necessario puntare? Ovviamente è importante tenere in considerazione l'età e le preferenze musicali dei vostri invitati, di modo che tutti possano divertirsi. Ma non fate l'errore di allontanarvi troppo dai vostri gusti musicali per cercare di assecondare le preferenze di tutti gli invitati: si tratterebbe di una ricerca estenuante e contro produttiva. Insomma, non assumete una band di liscio solo perché i vostri nonni sono ballerini provetti e magari gradirebbero danzare una mazurca! D'altro canto, non è detto l'ultimo successo radiofonico del rapper di turno (magari quello che piace tanto al vostro cugino diciottenne, e probabilmente solo a lui) possa riempire la pista da ballo.

Infatti puntando sul commerciale il rischio è quello di essere alla moda, ma di non creare una colonna sonora che crei emozioni e ricordi duraturi nel tempo e nel cuore di tutti gli invitati. Perciò, che c'è di meglio di un bel evergreen (magari intervallato da un brano più moderno) per accompagnare l'aperitivo o per aprire le danze? Il mio consiglio quindi é: pop sì, senza scadere nel commerciale. Pop sì, ma ma con classe.


Photo by Serena Berneschi ©

2. Scegliete un filo conduttore


Se scegliete un accompagnamento musicale esclusivamente dal vivo il mio consiglio è quello di scegliere un tema musicale che sia il filo conduttore della festa e di non allontanarvi troppo da esso: è importante puntualizzare che per quanto una band di musicisti professionisti debba essere versatile, è sempre bene diffidare da coloro che dicono di poter suonare “tutto”. Ad esempio, è molto difficile che gli stessi musicisti possano accompagnare la vostra cerimonia suonando musica classica e poi accompagnare il vostro dopo cena a tempo di rock! Un musicista impiega anni di studio per formarsi e specializzarsi in un determinato genere o stile musicale, perciò - sebbene ci siano molti musicisti di talento in Italia – riuscire a suonare veramente di tutto è piuttosto improbabile. Senza considerare che pretendendo troppo dai musicisti a livello di genere musicale rischiereste di creare un'accozzaglia di generi e stili troppo differenti fra loro che rovinerebbero il sound della festa! Perciò è necessario scegliere un tema musicale - possibilmente non troppo banale ma neanche troppo ricercato - e cercare di non allontanarsi troppo da esso. Vi faccio un esempio? Per quanto mi riguarda, io sono una cantante professionista, specializzata in canto moderno e jazz (mi sono laureata in conservatorio in Canto Jazz). Di conseguenza i generi musicali che propongo nei matrimoni nei quali lavoro come cantante sono - oltre al jazz appunto - generi ad esso correlati, come la bossa nova, ma anche il soul, il funk, il rhythm & blues e la popular music.


3. Assumete musicisti professionisti


Photo by Serena Berneschi ©

Pensereste mai di assumere persone che si occupano di ristorazione, decorazioni, wedding planning, partecipazioni, bomboniere, confetteria, torte nunziali o fedi nunziali e che fanno il loro lavoro per hobby?

Lo stesso dovrebbe valere per la musica.

Ma come riconoscere un musicista professionista da uno amatoriale?

Sicuramente potete leggere i curricula dei vari musicisti e visualizzare il loro materiale audio/video. Potete anche chiedere loro se possono fornirvi una lista con almeno parte dei brani del loro repertorio: l'ampiezza del repertorio è sicuramente un parametro da non sottovalutare nella scelta della band perfetta per le vostre nozze, in quanto la band dovrà suonare per diverse ore. Potete inoltre chiedere ai musicisti se possono fornirvi un contratto di prestazione musicale occasionale per matrimonio: sapete che all'estero praticamente nessuno si sposa senza aver prima firmato un contratto che attesta che la band si esibirà nel giorno del loro matrimonio? Se volete, cliccando qui potete scaricate gratuitamente il contratto che io utilizzo con i miei clienti, quando richiesto.


4. Musica per la cerimonia


Photo by Serena Berneschi ©

Il vostro sogno è quello di poter ascoltare la vostra canzone d'amore preferita nel momento in cui entrerete in chiesa il giorno delle nozze? Oppure sognate una cerimonia più tradizionale, accompagnata dai classici canti liturgici?

Esistono molti tipi di cerimonie, perciò ci sono varie opzioni possibili.

Ad esempio, nel caso delle celebrazioni religiose si può sia ricorrere ai classici brani liturgici (eseguiti da un coro o da musicisti e cantanti in genere classici), sia personalizzare la cerimonia con versioni (magari acustiche) di canzoni pop o jazz, che vadano a scandire i momenti più importanti della cerimonia, come l'ingresso della sposa, lo scambio degli anelli, la lettura di poesie o formule rituali e l'uscita degli sposi.

Se la vostra cerimonia si svolgerà in chiesa accertatevi sempre che il parroco sia a conoscenza della scaletta di brani che verranno eseguiti e che la approvi (soprattutto se si tratta di rivisitazioni di brani moderni piuttosto che dei consueti canti liturgici tradizionali).


5. Effetto sorpresa? No, grazie


Photo by Alessio Burberi ©

Se scegliete di accompagnare la vostra cerimonia nunziale con musica dal vivo, evitate l'effetto sorpresa: chiedete (possibilmente con largo anticipo) al cantante o al musicista leader della formazione musicale di poter concordare con lui una lista di canzoni d'amore che accompagnino la vostra cerimonia. La vostra cerimonia nunziale sarà probabilmente il momento più bello della vostra vita, quello che ricorderete per sempre: perciò non abbiate paura di chiedere ai musicisti di suonare le vostre canzoni del cuore, quelle alle quali sono legate i vostri ricordi d'amore più belli. Sicuramente, nella grande maggioranza dei casi dei musicisti professionisti saranno in grado di interpretare le vostre richieste in base alla loro sensibilità musicale. Se siete a corto di idee, chiedete consiglio ai musicisti che avete scelto per la cerimonia: spesso alcuni di loro hanno delle liste di canzoni appositamente pensate per le cerimonie nunziali, che possono proporre agli sposi ancora indecisi. Ad esempio, spesso propongo agli sposi indecisi di interpretare “Hallelujah”, un bellissimo classico di Leonard Cohen: ritengo che sia una canzone perfetta per accompagnare l'ingresso della sposa in maniera romantica e commovente. Cliccando qui potreste ascoltare una versione del brano eseguito da me. Un brano che ritengo perfetto per accompagnare il primo ballo degli sposi è invece “I will always love you” nella versione di Whitney Houston: cliccando qui potreste ascoltare anche questo brano interpretato da me.


Nella scelta delle canzoni, vi consiglio di fare sempre attenzione al testo. E se scegliete un repertorio internazionale accertatevi che i cantanti sappiano bene le lingue, in particolare l'inglese. Nel giorno del vostro matrimonio ogni dettaglio deve essere ben curato e quindi anche le canzoni devono parlare d'amore e di felicità: vi immaginate che se i musicisti suonassero invece una canzone triste, che parla di cuori infranti?


Siete arrivati alla fine della prima parte di questo articolo, ma vi invito a consultare anche la seconda, dove vi spiego qualche trucchetto su come limitare la spesa nella scelta della band per il vostro giorno più bello e vi faccio una piccola sorpresa!
------------> https://www.serenaberneschi.com/blog/come-scegliere-la-musica-perfetta-per-il-tuo-matrimonio-in-8-passi-parte-2


77 visualizzazioni
compila il modulo per contattarmi!

© 2023 by Sunshine Lab. Proudly created with Wix.com