top of page
  • Immagine del redattoreSerena Berneschi

Come scegliere la musica per il tuo matrimonio in 5 passi (Parte 2)

Aggiornamento: 1 ott



 


Roberto Bruscoli Ph

Oggi assistiamo alla nascita continua di nuove band, ma come scegliere quella giusta per il vostro matrimonio? La musica infatti é un aspetto da non sottovalutare per creare un matrimonio indimenticabile, che rimarrà per sempre nel cuore e nella mente degli sposi e degli invitati. Con questo articolo spero di poterti aiutare a scegliere la colonna sonora perfetta per giorno più bello della tua vita.


Se non l'hai già fatto prima di continuare la lettura ti invito a consultare la prima parte dell'articolo ->








1. Musica per il ricevimento: aperitivo, cena, dopo cena

Photo by Alessandro Gauci ©

Il ricevimento si divide in genere in due parti principali: aperitivo e dopo cena.


Se nell'aperitivo si predilige in genere musica d'ascolto elegante e raffinata, nel dopo cena si predilige invece una musica più ricca di groove. Generi di riferimento per il primo set potrebbero essere jazz, bossa nova e lounge, per il secondo ritengo invece adatti soul, funk e r&b. Il primo set dovrà prediligere volumi contenuti e un'atmosfera soft, il secondo dovrà essere più frizzante e ritmato, in modo da coinvolgere e far divertire gli invitati.


Se scegliete di far suonare la band sia durante l'aperitivo sia nel il dopo cena, evitate la musica dal vivo durante la cena. Se volete potete lasciare solo un lieve sottofondo musicale. La cena è un momento importantissimo, perché i neo sposini hanno finalmente tempo da dedicare ad amici e parenti. Inoltre spesso fra una portata e l'altra gli amici amano organizzare giochi divertenti per gli sposi. Per questo è a mio parere consigliabile sospendere la musica dal vivo durante la cena, facendola riprendere al taglio della torta.





2. Se volete limitare la spesa..


Wedding Music
Ph by Riccardo Tosti

Big Band o Small Band? Inutile negarlo: organizzare un matrimonio è una spesa e talvolta bisogna anche tenere sotto controllo il portafogli. Perciò dovete sapere che più musicisti ingaggerete più la cifra totale aumenterà. Non solo perché dovrete pagare la performance di più musicisti, ma anche perché aumenteranno le spese di viaggio e trasporto.


Per quanto riguarda la formazione musicale, ecco il mio consiglio: se siete alla ricerca di musica d'ascolto allora anche una piccola formazione può essere perfetta. Un duo o un trio ad esempio vi permetterà di accompagnare il ricevimento in maniera delicata, intima ed elegante, ma allo stesso tempo limitando la spesa.



Se la musica d'ascolto non è il vostro forte e cercate qualcosa di più travolgente per scatenarvi sulla pista da ballo, la formazione migliore per voi è un quartetto o quintetto. Se scegliete di accompagnare anche la vostra cerimonia con musica dal vivo, optate per una formazione minimale. Un duo (voce e chitarra o voce e pianoforte) può essere la soluzione ottimale per donare alla vostra cerimonia romanticismo e dolcezza.


Photo by Roberto Bruscoli ©



Se avete scelto di far suonare la band sia durante l'aperitivo sia nel dopo cena, sapete già se la location sarà la stessa oppure cambierà? Se state ancora organizzando la logistica del vostro matrimonio, sappiate che dover allestire due diverse installazioni musicali invece che una avrà un costo maggiore. In tal caso i musicisti dovranno probabilmente noleggiare un impianto aggiuntivo e assumere un fonico che li aiuti nel montaggio e nel sound check.


Compila il questionario per ricevere un preventivo personalizzato e con 10% di sconto!


E voi, avete già pensato alla band e al tipo di musica che vorreste per il vostro matrimonio? Se ancora siete indecisi potete compilare il questionario sottostante che utilizzo per aiutare le coppie alla ricerca di una band per il loro matrimonio: vi ricontatterò personalmente entro 24 ore fornendovi una consulenza gratuita e un preventivo personalizzato con il 10 % di sconto. Se non siete interessati, continuate pure la lettura.




3. Occhio alla doppia postazione

Ph by Diego Giusti ©

Se avete scelto di far suonare la band sia durante l'aperitivo sia nel dopo cena, sapete già se la location sarà la stessa oppure se sarà diversa? Se state ancora decidendo come organizzare la logistica del vostro matrimonio, siate consapevoli che dover utilizzare due diverse installazioni musicali fa lievitare il preventivo, poiché in tal caso i musicisti dovranno probabilmente noleggiare un impianto aggiuntivo ed assumere un fonico che li aiuti nel fare il montaggio ed il sound check.


4. Chiedete ad un amico/a di coordinare la musica dal vivo


Se non avete una wedding planner, perché non chiedete a un amico/amica di coordinare la musica nel giorno delle nozze?

Vi assicuro che questo non porterà via al vostro amico molto tempo e gli permetterà comunque di godersi a pieno la festa. Questo espediente avrà però il vantaggio di far che il vostro giorno più bello sia esattamente come lo avevate immaginato.


Ad esempio, basterà che il vostro amico/a comunichi con un cenno alla band che la sposa sta per entrare in chiesa, oppure che la cena sta per terminare ed è il momento di ricominciare a suonare. Certo, i musicisti devono conoscere dettagliatamente gli orari e il programma del matrimonio, ma un aiuto in più non fa male (d'altronde dei piccoli ritardi possono sempre capitare). In tal caso il vostro amico potrà comunicare prontamente i cambiamenti di programma alla band: così sarete sicuri che la musica inizierà sempre nel momento più appropriato, creando una colonna sonora emozionante che ricorderete per tutta la vita.

Photo by Serena Berneschi ©

Selfie con Martina & Edoardo - sposi nel 2018

5. Snob? NO GRAZIE!


Decidere di sposarsi è solo l'inizio di un meraviglioso anche se impegnativo percorso. Come saprete la data dell'evento viene stabilita in genere almeno un anno prima delle nozze e durante quel periodo gli sposi collaborano attivamente con i fornitori scelti. Di conseguenza, un requisito fondamentale nella scelta dei musicisti del vostro matrimonio sarà la loro gentilezza e disponibilità. Ricordate che i musicisti che sceglierete non dovranno solamente suonare al vostro matrimonio, ma anche essere disponibili nei mesi che lo precederanno.

Perciò, se i musicisti che pensate di ingaggiare non vi rispondono abbastanza velocemente o non vi sembrano abbastanza partecipi, lasciate perdere fin da subito e rivolgetevi a qualcuno che fa il proprio lavoro con più entusiasmo.

A questo proposito mi soffermo su un altro concetto fondamentale: COLLABORAZIONE. Un musicista deve necessariamente essere gentile e disponibile non solo con sposi, ma anche con gli altri fornitori (fotografi, celebranti, WP). Sotto mi vedete intenta a definire gli ultimi dettagli con alcuni sposi e colleghi, oppure in conversazione con alcuni invitati.



É fonte di grande orgoglio per me affermare di essere riuscita ad instaurare relazioni di amicizia e stima con praticamente tutti i miei sposi. Pensate che molti di loro mi scrivono ancora con regolarità e altri mi seguono ancora oggi nei miei concerti! Se volete potete leggere qualche loro recensione qua sotto oppure a questo link: https://www.matrimonio.com/emp-AdminReviewsList.php.


Photo by Alessio Burberi ©

Grazie mille di aver letto questo articolo! Se vuoi ricevere più informazioni sui miei servizi contattami alla mail: serena.berneschi@hotmail.it oppure su whatsapp al numero (+0039) 3279992638


Per maggiori info sui nostri servizi:


Se ti è piaciuto questo articolo potrebbero piacerti questi contenuti:



wedding band
Ph By Riccardo Tosti

SU DI ME



Mi chiamo Serena, sono una cantante e musicista e vivo in Toscana. Non solo ho la fortuna di vivere in uno dei posti del mondo, ma anche di fare il lavoro che ho sempre sognato e con coraggio e passione ho scelto.



 






289 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page